Coppa Italia : Il Palermo supera l’ Avellino per 2 a 1

paav

Partire bene è sempre importante. Riuscirci davanti ai propri tifosi è sempre più bello. E l’inizio della stagione dei rosanero è positivo. Il Palermo batte 2-1 l’Avellino e passa al quarto turno della Tim Cup. Rigoni sblocca la sfida nella ripresa, Trotta pareggia i conti, Quaison firma la prima vittoria della stagione.
Per la prima sfida ufficiale Iachini si affida al modulo che ha fatto le fortune della sua squadra negli ultimi due anni. Sorrentino comanda la difesa a tre formata da Vitiello, Gonzalez ed El Kaoutari, unico nuovo acquisto in campo. A Rispoli e Lazaar il compito di spingere sulle corsie, a Rigoni, Jajalo e Chochev quello di impostare e tamponare a centrocampo. In avanti coppia Vazquez-Belotti. Tesser tiene fuori Insigne. Nel suo 4-3-1-2 è Soumaré a supportare Tavano e Trotta.

I “Lupi” provano a partire forte sul piano del ritmo, ma sono del Palermo i primi tiri della partita. Al 7’ Rigoni riceve un buon pallone da Rispoli e protegge il pallone dall’attacco di Rea. Il suo sinistro viene però bloccato da Frattali. Il numero 27 rosanero si fa trovare in ottima posizione per il tiro anche al quarto d’ora. Belotti preferisce però cercare la via della rete piuttosto che servire il compagno. Frattali para senza problemi. Decisamente più complicata, invece, la parata alla quale è costretto il portiere avellinese un minuto più tardi. Su un cross di Rispoli deviato da Visconti serve un riflesso da campione per evitare che il pallone entri sul primo palo.

Il Palermo spinge alla ricerca del primo gol della stagione. Jajalo prova a sfruttare uno schema su punizione, ma il tiro viene respinto in corner. Vazquez viene stoppato al 25’ da Frattali dopo aver dribblato due avversari. L’azione più pericolosa del primo tempo rosanero è però ancora di Rigoni. Il destro della mezzala è immediato su una corta respinta avellinese. Il palo salva l’Avellino. L’ultimo tentativo è di Jajalo, ma il destro a giro da fuori termina oltre i cartelloni pubblicitari.
L’Avellino conclude per la prima volta in partita al 2’ della ripresa. Ed è un brivido vero per tutto il “Barbera”. Trotta riceve palla al limite dell’area di rigore e lascia partire un gran diagonale che supera Sorrentino. Solo la traversa evita al Palermo problemi seri. Anche Frattali veste i panni del salvatore della patria al 5’, su un pericoloso sinistro di Vazquez. Iachini prova intanto a cambiare la partita inserendo Quaison per Chochev.

Partite così bloccate vengono spesso aperte da un lampo su calcio piazzato. E’ il caso anche di questa sfida. E’ Rigoni a portare avanti all’8’ la squadra di Iachini. Sull’angolo battuto da Jajalo, Belotti trova con una sponda il numero 27, che sul filo del fuorigioco trova la zampata dell’1-0. Il Palermo potrebbe raddoppiare cinque minuti più tardi, ma Belotti manda a lato da pochi passi su un grande assist di Vazquez.

Un gran peccato non raddoppiare subito, pensano i tifosi rosanero. Hanno ragione, perché l’Avellino è ancora vivo e lo dimostra due minuti più tardi. Trotta firma il gol del pari su cross di Gavazzi, sorprendendo Sorrentino sul secondo palo con una deviazione al volo.

La situazione si complica, ma il Palermo reagisce nel migliore dei modi possibili. Quaison riporta avanti la squadra di Iachini al 16’, un minuto dopo l’1-1. Su un preciso cross dalla sinistra di Lazaar, Rigoni cerca la doppietta con un destro al volo che Frattali può solo respingere. Lo svedese sembra una pantera appostata al posto giusto per l’agguato. Si fa trovare nella posizione giusta nel momento giusto, firmando il nuovo vantaggio con un tocco sotto misura.

L’Avellino, che aveva già inserito Jidayi per Zito, prova ad incrementare la spinta inserendo Mokulu per Trotta. Il numero 9 biancoverde è costretto però a lasciare il campo pochi minuti più tardi per infortunio. La formazione di Tesser non riesce a sfondare e nell’ultima mezz’ora si fa notare solo per un tiro dalla distanza di Biraschi.

A collezionare occasioni è il Palermo, che ha tre chance per il “kappaò”. Vazquez calcia di poco a lato al 23’ su assist di Rigoni, mentre sette minuti più tardi un missile di Lazaar da posizione defilata centra in pieno la traversa della porta avellinese. A 9’ dal termine Belotti innesca in contropiede Rigoni, che decide però per un pallonetto difficilissimo che finisce alto sopra la porta difesa da Frattali.

I giocatori di Iachini gestiscono perfettamente il possesso palla nei minuti finali e portano a casa il passaggio del turno. Il Palermo centra una vittoria importante e inizia con il piede giusto la nuova stagione: il 2 dicembre i rosanero sfideranno l’Alessandria nel quarto turno della coppa nazionale, ma la testa di tutti è già al Genoa.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...