Coppa Italia Eccellenza : Il Paceco eliminato dal Mazara

paceco
Il Paceco, sul terreno di gioco del “Nino Vaccara” di Mazara del Vallo, termina la sua avventura in Coppa Italia. Il match con il Mazara, valevole per la gara di ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia, termina infatti con il risulotato di 2 a 0 a favore che canarini (l’andata finì con il risultato di 2 a 1 per il Paceco).Il Mazara va in vantaggio al 17’ con Erbini. Al 36’ gli ospiti rimangono in dieci per l’espulsione per doppia ammonizione di Fricano. La prima frazione termina con il vantaggio del Mazara. Nella ripresa i canarini hanno la possibilità di raddoppiare con Bono che dal dischetto s’incarica di battere il rigore assegnato dal direttore di gara per atterramento in area di Esposito da parte di Russo. Mistretta però si supera ed in tuffo evita il peggio. Il raddoppio dei locali arriva all’87 con lo stesso Bono. Ingoiato il boccone amaro, il Paceco è già con il pensiero alla prima di campionato con il Kamarat in programma domenica prossima a Paceco.
Tabellino: Mazara – Pol. Paceco 1976 2-0
Mazara: Iacono, Esposito, Genesio, Fontana, Gallina, Palazzo, Rosella (84’ Licari), Falsone, Erbini (75’ Messina), Bono, De Vita. A disposizione: Cusumano, Cammareri, Naili, Carbone, Marino. ( all. Terranova)
Pol. Paceco 1976: Mistretta, Russo, Fricano, Di Donato (78’ Stassi), Agate, Bognanni, Buscaino (46’ Tuccio), Scarpitta, Testa, Terranova, Grupposo ( 58’ D’Aguanno). A disposizione: Imperiale, Pantaleo, Castiglione, Parisi. ( All. Mazzara)
Arbitro: Michele Inzerillo di Palermo; assistenti: Salvatore Ognibene e Francesco Bentivegna di Agrigento
Reti: 17’ Erbini, 87’ Bono
Note: 36’ espulsione di Fricano per doppia ammonizione. Al 57’ Mistretta para un rigore a Bono.

 

Comunicato Stampa N° 143 del 6 settembre 2015

“Il Mazara ha dimostrato di essere una grande squadra. Ha imposto il proprio gioco davanti al suo pubblico, noi però non abbiamo demeritato”. A parlare ai microfoni dell’Ufficio stampa al termine della gara con il Mazara, valevole per i sedicesimi di ritorno della Coppa Italia di Eccellenza, finita con il risultato di 2 a 0 per i canarini, è il portiere del Paceco Guido Mistretta. “Preciso che il nostro approccio non è stato dei migliori – aggiunge- e abbiamo subito un goal al 17’ per un mio errore. Ho respinto un tiro, la sfera è terminata sui piedi di Erbini che non ha perso l’occasione per concretizzare. Dopo al 36’ l’espulsione di un nostro giovane, Fricano. Rimanere in dieci su un campo come quello di Mazara è un grosso handicap. Nonostante ciò abbiamo cercato di creare per poter andare in rete. Abbiamo avuto due ghiotte occasioni con Stassi e non ci siamo tirati indietro nemmeno dopo aver subito la seconda rete, ma non c’è stato nulla da fare. Volevo sottolineare che l’ arbitraggio non è stato adeguato. Il direttore di gara, tra le altre cose, ha concesso un rigore che poteva anche non assegnare. Ora, archiviata la gara, pensiamo alla prima di campionato con il Kamarat. Ci importa iniziare con il piede giusto. Siamo sulla buona strada”.

L’UFFICIO STAMPA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...