Coppa Italia Promozione : Il Mascalucia perde in casa con l’ Atletico Pedara

DSC01453
Passa l’Atl.Pedara, ai padroni di casa non basta la volontà per ribaltare il gol di svantaggio incassato all’andata.
4-3-1-2 da parte di Alfio Contarino, tecnico del Città di Mascalucia. Esordio di Peppe Condorelli dietro le punte Peppe Tosto ed Angelo Mirabella. Quattro Juniores in campo: Andrea Spina tra i pali, Francesco Richichi a destra e Giovanni Vitale al centro (con l’esperienza di Salemi ed i guizzi a sinistra di Marco Viola), Andrea Di Mauro sulla destra di metà campo, affiancato da Rasà e capitan Aversa. Proprio Condorelli suona la carica in avvio con un colpo di testa di poco alto ma le sorti della qualificazione si decidono ad inizio ripresa dopo un primo tempo a reti bianche ed un palo, occasione delle occasioni, timbrato da Condorelli su magistrale punizione che risponde ad un tentativo di supremazia pedarese imposto da alcune insidie create da Manca, Mongelli, Contarino e David Di Mauro (molto attento Andrea Spina tra i pali). Secondo tempo, pronti-via e Contarino mette il turbo sulla sinistra, assist al centro per Mongelli che non sbaglia il tap-in; la risposta locale si concretizza con un pallonetto di Tosto dal limite dell’area che beffa Nicotra, vanamente proteso in uscita.
Raggiunta la parità, il Mascalucia si proietta anima e cuore in avanti per tentare di assaltare il fortino avversario, nel tentativo di colpire due volte per centrare l’impresa: l’unico pericolo, però, porta la firma di Aversa che di testa trova pronto l’estremo ospite alla chiusura sul primo palo.
Con l’ingresso di Grimaldi, Ricciari e Billa, Alfio Contarino concede spazio a tanti giovani per fornire un’iniezione di freschezza alla squadra e consentire loro di approcciare la categoria che andranno ad affrontare nell’immediato futuro. Sull’altro fronte l’undici di Romeo dimostra maggiore solidità e fa valere lo stato avanzato di preparazione rispetto all’avversario, ancora un “cantiere aperto” e per il quale non basta l’ultimo arrivato, il fantasista Peppe Condorelli per piazzare il primo acuto stagionale e convincere sul piano del gioco e del risultato (da non sottovalutare le assenze di Russo, Pandolfo, Giuffrida e Porto). Il tecnico di casa espulso per proteste dalla panchina, in particolare per un potenziale rigore intervento su Viola non concesso dall’incerto Toro di Catania, ed il gol-partita infiammano il finale. Un intervento di Spina, che ha lasciato qualche dubbio di troppo nell’entourage di casa, nel tentativo di anticipare Manca in uscita, viene giudicato da rigore ed il bomber pedarese non fallisce la trasformazione.

TABELLINO
CITTA’ DI MASCALUCIA – ATLETICO PEDARA 1-2
C.MASCALUCIA: Spina, Viola, Richichi, A.Di Mauro, G.Vitale, Salemi, Rasà, Aversa (61’Grimaldi), Mirabella, Tosto, Condorelli (72’Ricciari). Allenatore: Contarino.
A.PEDARA: Nicotra, Monteforte, D.Di Mauro, Borzì, Strano, Percipalle, Scardaci (55’ C. Di Mauro), Finocchiaro, Manca, Mongelli (77’Suriano), Contarino (55’Ponzo). Allenatore: Romeo.
ARBITRO: Toro di Catania. Assistenti: Cicero e Di Paola di Catania
RETI: 47’Mongelli, 50’Tosto, 85’Manca su rigore

FOTO: Un momento della gara a centrocampo

Comunicato Mediasprint

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...