Serie A : La Roma vince a Palermo per 4 a 2 . Primo gol in rosanero per Gilardino

gila

Un primo tempo decisamente opaco, una ripresa migliore. Non basta però il primo gol rosanero di Alberto Gilardino per evitare la sconfitta al Palermo. La Roma passa 4-2 al “Barbera”, con reti giallorosse di Pjanic, Florenzi e Gervinho (doppietta). Nel finale a segno Gonzalez.
Iachini decide di affrontare il match con il 4-3-1-2. Davanti a Sorrentino, i difensori sono Struna, Gonzalez, El Kaoutari e Lazaar. Rigoni, Jajalo e Chochev formano il trio di centrocampo, con Hiljemark chiamato al doppio compito di bloccare le iniziative di Pjanic e innescare il tandem Vazquez-Trajkovski. 4-3-3 “elastico” per Garcia, con Falque, Gervinho e Salah in avanti. La posizione di Florenzi, mezz’ala destra che sale sulla trequarti, è fondamentale per aiutare i compagni in fase difensiva e gli attaccanti quando c’è da costruire.

E’ proprio il numero 24 giallorosso a firmare l’assist per Pjanic al 2’. Il bosniaco sblocca la partita dopo un’azione personale travolgente. Il suggerimento di Florenzi lo libera davanti a Sorrentino, superato con un morbido tiro di sinistro. Troppo però lo spazio concesso dalla difesa rosanero all’avanzata della Roma.

Vazquez prova subito a pareggiare i conti approfittando di un’incomprensione fra Manolas e Szczesny. Difensore e portiere non riescono ad intendersi e si scontrano sulla linea dell’area di rigore, il “Mudo” prova ad approfittarne con un sinistro che però finisce a sinistra della porta romanista. La reazione del Palermo è decisa. Trajkovski non arriva pochi secondi dopo su un pericoloso tiro-cross di Hiljemark, mentre all 11’ De Rossi impedisce a Rigoni di approfittare al meglio di una sponda di Vazquez. Il sinistro del numero 27 rosanero termina sul fondo.

Ci si mette però anche la sfortuna. Al 13’ Pjanic cicca clamorosamente il tiro sugli sviluppi di un contropiede, ma il tiro sbagliato finisce sui piedi di Florenzi che batte Sorrentino di sinistro. La Roma adesso approfitta del momento di confusione della squadra di Iachini. Solo un errato controllo impedisce a Gervinho di firmare il tris al 18’.

L’ivoriano inventa però nove minuti più tardi un grandissimo gol, chiudendo di fatto la sfida. Il numero 27 giallorosso controlla la sfera sulla sinistra, salta nettamente Gonzalez e realizza lo 0-3 con un gran destro a giro. Il “Barbera” applaude la prodezza, molto sportivamente. Ma il momento rosanero è davvero complicato. E se la buona sorte notoriamente è capricciosa, la “sfiga” ci vede benissimo. Al 30’ Vazquez centra in pieno la traversa con un colpo di testa su punizione di Trajkovski.

La Roma è però sempre pericolosissima quando riparte, con azioni veloci e precise. Sorrentino evita la quarta rete romanista con una grandissima risposta su Nainggolan. Il Palermo non trova invece né spazi, né idee. Troppi gli errori di misura per presentarsi con convinzione davanti a Szczesny.
Iachini cambia subito. Il Palermo passa ad un 4-2-3-1 con l’ingresso di Gilardino per Jajalo. Hiljemark, Vazquez e Trajkovski supportano il numero 11, con Rigoni e Chochev a centrocampo. Sono della Roma però le prime due incursioni del secondo tempo. Al 1’ Salah pesca Florenzi in area, tacco per Digne, grande risposta di Sorrentino sul tiro del terzino. Quattro minuti più tardi l’azione nasce ancora da Salah, che scappa via ad El Kaoutari sulla destra. Il tiro-cross dell’egiziano finisce fuori, alla destra di Sorrentino.
Il nuovo assetto funziona meglio. Con il passare dei minuti il Palermo guadagna spazio e comincia a spingere. Trajkovski ci prova con un tiro al volo dai venticinque metri che finisce alto. E’ il preludio al gol, il primo in rosanero di Alberto Gilardino. Splendido il lancio di Vazquez al 13′, il numero 11 stoppa il pallone in area, salta con una finta De Rossi e batte Szczesny con un preciso sinistro. Iachini prova ad incentivare i suoi giocatori con forze fresche in attacco. Quaison rileva infatti Trajkovski.
Un occasione per parte al quarto d’ora. Sorrentino blocca a terra un tiro di Iago Falque, mentre Vazquez manda di poco alto di testa su cross di Lazaar. Garcia decide di inserire Emerson per Iago Falque, ma adesso il Palermo comincia a crederci. Serve un miracolo di Szczesny per evitare la doppietta di Gilardino, vicino al gol con un colpo di testa su angolo di Quaison.
Lo svedese prova a dare vivacità all’attacco rosanero. La squadra di Iachini deve confrontarsi con il possesso palla giallorosso, ma ogni volta che il pallone viene recuperato gli attacchi di Gilardino e compagni sono pericolosi. Il Palermo prova anche a sfruttare gli schemi su punizione. Chochev si rende pericoloso con un tiro dalla distanza che termina largo non di molto.
Nei minuti di recupero i rosanero trovano il gol che sembra possa scaldare il finale di partita. Gonzalez trova l’angolo giusto per superare Szczesny su cross di Quaison. Il Palermo si sbilancia, ma la Roma ne approfitta. In contropiede Gervinho chiude i conti con la quarta rete romanista. Finisce qui. E’ la quarta partita consecutiva senza punti per i rosanero. Serve calma, impegno e riflessione per rialzarsi. A cominciare dalla partita di Bologna, uno scontro diretto da affrontare con grinta e convinzione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...